Google Drive è sicuro per archiviare foto e file?

  • Condividi Questo
Cathy Daniels

Google Drive è sicuro per archiviare foto e informazioni riservate. Le aziende grandi e piccole e i privati di tutto il mondo si affidano a Google Drive per archiviare le loro informazioni riservate e altri dati personali come foto, documenti e altri file.

Sono Aaron, un professionista e appassionato di tecnologia con oltre 10 anni di lavoro nel settore della sicurezza informatica e della tecnologia. Mi affido a Google Drive come una delle poche opzioni cloud che uso quotidianamente per archiviare le mie informazioni personali.

In questo post vi spiegherò perché Google Drive è sicuro per l'archiviazione di file personali e riservati e vi illustrerò cosa potete fare per assicurarvi che le vostre informazioni siano viste solo da voi e da chi volete che le veda.

Punti di forza

  1. Google Drive è sicuro!
  2. Il modo in cui proteggete il vostro account Google è altrettanto importante, se non più importante, di ciò che Google fa per proteggere il vostro account e mantenere al sicuro le vostre informazioni.
  3. L'autenticazione a due fattori, ovvero l'utilizzo di due elementi per accedere al proprio account, è ottima.
  4. Condividete e date il permesso o l'accesso solo a persone che conoscete e di cui vi fidate.
  5. Non lasciate mai il vostro account collegato incustodito, soprattutto su un computer pubblico!

Google Drive è sicuro?

In breve: sì.

Google spende centinaia di milioni di dollari all'anno per proteggere il proprio hardware e software e si impegna per oltre 10 miliardi di dollari all'anno per far progredire la sicurezza informatica in tutto il mondo. Dire che Google prende sul serio la sicurezza è un eufemismo. Oltre un miliardo di persone utilizzano Google Drive in tutto il mondo... e questo nel 2018!

Infatti, Google cura il Google Safety Center, che fornisce risorse e materiali esplicativi agli utenti di Google su come utilizzare la suite di prodotti di Google in modo sicuro e mantenere la privacy e la sicurezza online. Alcune informazioni sono di carattere generale, mentre altre sono incentrate sui prodotti.

Il Centro per la sicurezza di Google illustra anche alcune delle misure di sicurezza che Google attua per mantenere i vostri dati al sicuro, tra cui:

  • Crittografia dei dati in transito e a riposo: il "pacco" contenente i vostri dati viene crittografato in modo che il suo contenuto non sia facilmente leggibile.
  • Trasmissione sicura: il "tubo" attraverso il quale viaggia il vostro "pacco" di dati è anch'esso crittografato, rendendo difficile vedere ciò che sta viaggiando.
  • Scansione dei virus: quando un file è su Google Drive, Google lo scansiona alla ricerca di codice dannoso.
  • Altre misure di sicurezza.

Gli account scolastici e lavorativi hanno molte più protezioni attive e passive per i dati.

Quindi, come potete vedere, Google Drive come piattaforma è sicuro. La vostra prossima domanda dovrebbe essere...

Le mie informazioni sono sicure?

Questa è una domanda molto più spinosa, perché la risposta dipende dall'utente.

Quando la maggior parte delle persone mi chiede: "Le mie informazioni sono sicure?", ho scoperto che in realtà intendono dire: "Posso controllare chi accede, usa e distribuisce le mie informazioni?".

Il controllo è fondamentale: non volete che qualcuno acceda alle vostre informazioni, le rubi e le usi in modo improprio. Se non controllate i dati, non potete impedire che qualcuno lo faccia.

Le vostre informazioni sono sicure quanto voi le rendete tali. Google Drive contiene numerose funzioni per socializzare e condividere i dati con la vostra famiglia, i vostri amici e altri. A seconda del modo in cui li condividete, potreste perdere il controllo su quei dati, rendendoli così meno sicuri.

Vorrei anche sottolineare che quando dico che le informazioni sono sicure, non intendo dire che sono totalmente sicure. La sicurezza è una questione di probabilità Quindi "sicuro" in questo contesto significa che avete ridotto al minimo il rischio di compromissione dei vostri dati.

Iniziamo con l'ipotesi più semplice. Avete un account Google: utilizzate Gmail, Google Foto e Google Drive per la posta elettronica, il backup delle foto e l'archiviazione delle informazioni. Mentre inviate e-mail ad altre persone, scambiate informazioni con gli altri solo tramite allegati di posta elettronica. Non condividete foto o informazioni utilizzando le funzionalità integrate di Google Foto o Google Drive.

In base a questa ipotesi, le vostre informazioni sono sicure quanto lo possono essere nel corso del normale utilizzo. Gli unici dati che condividete sono quelli che selezionate specificamente per la condivisione. Inoltre, non state condividendo le informazioni di partenza, ma solo una copia delle informazioni. Presumibilmente, siete d'accordo con la condivisione, l'inoltro e l'utilizzo di tali informazioni.

Abbiamo tonnellate di immagini in Google Drive e Google Foto con diverse cartelle. Alcune cartelle sono state rese pubbliche, mentre altre sono private ma condivise con molte persone.

In questa situazione, le vostre informazioni sono molto meno sicure: avete condiviso e risemantizzato e aggiunto accessi con potenziali sovrapposizioni di accessi pubblici e individuali. Senza una revisione dettagliata delle autorizzazioni, potreste non essere consapevoli del livello di controllo sulle vostre informazioni.

Per estensione, potreste non essere consapevoli della sicurezza dei dati, il che è rischioso se ci tenete alla sicurezza.

Come posso rendere sicure le mie informazioni?

Come evidenziato dal Centro sicurezza di Google, esistono numerosi modi per aggiungere funzionalità di sicurezza al vostro account. Personalmente vi consiglio di farlo: l'impatto sulla facilità d'uso è minimo, mentre quello sulla sicurezza dei vostri dati è notevole.

Strategia 1: rimuovere o gestire le autorizzazioni

Vi consiglio di gestire ed eventualmente rimuovere i permessi. L'operazione è semplice, anche se richiede alcuni passaggi. Vi guiderò attraverso il processo e vi illustrerò come potete migliorare il controllo delle informazioni. Quello che farete con le conoscenze acquisite dipende da voi.

Passo 1 : Aprire Google Drive e navigare fino al file o alla cartella che si desidera esaminare. Fare clic su Visualizza dettagli per ottenere ulteriori informazioni sul file o sulla cartella.

Passo 2 Cliccare su Gestire l'accesso a destra.

Passo 3 Qui si apre una schermata con diverse opzioni per gestire l'accesso alle proprie informazioni.

  • È possibile mantenere il file condiviso ma modificare il livello di accesso. Google prevede tre livelli di accesso crescenti: Editor, Commenter e Viewer. I Viewer possono solo guardare il file, mentre i Commenter possono visualizzarlo e fare commenti o suggerimenti, ma non possono modificare o condividere il file. Gli Editor possono visualizzare, fare commenti o suggerimenti, modificare e condividere il file.

    Se volete che qualcuno lo veda ma non lo modifichi, potete pensare di cambiare il suo accesso da "Editor" a qualcosa di più limitato. Per impostazione predefinita, Google assegna le autorizzazioni "Editor" quando si condivide un file in Google Drive.

  • Quando si condivide un file, per impostazione predefinita esso è "Limitato", il che significa che solo coloro ai quali è stato concesso l'accesso da parte dell'utente o di un "Editor" possono aprire il link. È possibile che alcune informazioni condivise siano accessibili a "Chiunque abbia il link". Pensate se volete che tutti possano accedere alle vostre informazioni.
  • Se si desidera che qualcuno possa modificare, ma non condividere il link, è possibile fare clic sul piccolo ingranaggio nell'angolo superiore e disabilitare la possibilità di condividere il link o di controllare le autorizzazioni del file.

Strategia 2: Aggiungere l'autenticazione a più fattori

L'autenticazione a più fattori, o MFA, è un modo per aggiungere un ulteriore livello di sicurezza all'accesso al vostro account. L'autenticazione a più fattori vi permette di aggiungere qualcosa oltre al nome utente e alla password per rendere più difficile l'accesso al vostro account; qualcuno deve avere più del nome utente e della password per accedere al vostro account.

Per abilitare l'autenticazione multifattoriale, accedere a Google.com e fare clic sul badge circolare del proprio account nell'angolo in alto a destra, quindi fare clic su Gestire l'account Google .

Nella schermata successiva, fare clic su Sicurezza nel menu a sinistra.

Scorrere fino a Verifica in 2 fasi , fare clic sulla barra e seguire la guida di Google per l'impostazione dell'MFA!

Domande frequenti

Ecco altre domande che potreste avere sulla sicurezza di Google Drive, alle quali risponderò brevemente qui.

Google Drive è sicuro dagli hacker?

Google Drive come servizio probabilmente lo è. Il vostro Google Drive specifico è reso molto più sicuro utilizzando una password complessa e unica. Dovreste anche attivare l'MFA. Tutto ciò che potete fare per rendere più difficile il lavoro degli hacker contribuirà a proteggere il vostro Google Drive.

Google Drive è sicuro per i documenti fiscali?

Anche in questo caso dipende da cosa condividete e da come proteggete il vostro account. Se mettete i vostri documenti fiscali in una cartella condivisa, avete una password semplice e facile da indovinare e non avete abilitato l'MFA, non è una situazione sicura per i vostri documenti fiscali.

Google Drive è più sicuro della posta elettronica?

Domanda interessante: le mele sono più gustose delle arance? Si tratta di due casi d'uso diversi. Entrambi possono essere utilizzati in modo molto sicuro. Entrambi possono anche essere utilizzati in modo poco sicuro. Se seguite le mie raccomandazioni in questa guida e in altre, potete considerare entrambi i metodi di comunicazione "sicuri".

Conclusione

Google Drive è sicuro, ma l'uso che ne fate potrebbe non esserlo. .

Pensate a cosa condividete, con chi e se siete d'accordo o meno con la condivisione. In caso contrario, potreste voler ripulire alcuni dei vostri permessi di condivisione. Inoltre, potreste pensare a come proteggere al meglio il vostro account, ad esempio aggiungendo l'MFA.

Sarei entusiasta di sapere cosa ne pensate di questo articolo. Lasciate un commento qui sotto e fatemi sapere se vi è piaciuto o meno.

Sono Cathy Daniels, esperta di Adobe Illustrator. Uso il software dalla versione 2.0 e creo tutorial per esso dal 2003. Il mio blog è una delle destinazioni più popolari sul Web per le persone che vogliono imparare Illustrator. Oltre al mio lavoro di blogger, sono anche autore e grafico.